Categorie

Cane di Razza: San Bernardo, il Gigante Buono

Cane di Razza: San Bernardo, il Gigante Buono

San Bernardo: "il Gigante Buono"


Per chi non conoscesse la razza, basti pensare al mitico Beethoven, il cane delle grandi catastrofi. Il gigante buono che resta cucciolone fino a quando diventerà adulto ed anziano.

Il San Bernardo è un bovaro dalle grandi dimensioni, usato nei cartoni animati come protagonista, basti pensare a Nebbia, il cane del nonno di Heidi, il San Bernardo rispecchia il gigante delle Alpi.
La sua morfologia, permetteva di trasportare viveri e affrontare l’asprezza delle montagne innevate per soccorrere viaggiatori dispersi o travolti da valanghe in passato, mentre nel cartoon di raccogliere le caprette e farle rientrare in stalla.

Il gigante delle montagne può arrivare se maschio anche ad un peso intorno i 100 kg con un altezza che può variare dai 70 ai 90 cm, ma anche se cosi grosso, il San Bernardo è elegante nel suo portamento.
Il pelo può essere sia corto che lungo, ma è vaporoso al collo e intorno alle zampe.
Il colore del pelo è nel bianco e marroncino rosso con ombreggiature nere su viso ed orecchie.

Il San Bernardo solo a vederlo suscita meraviglia, è un cane imponente sia per il peso sia per la stazza.
E' giusto alimentarlo secondo le tabelle nutrizionali per evitare problemi di obesità, inoltre è importante non appesantirlo troppo in un pasto per evitare la "torsione dello stomaco".
L'acqua va cambiata spesso, dato che per lui, non è difficile non sporcarla, anzi con la sua bava il San Bernardo ha bisogno di un'acqua pulita più volte al giorno.

Il San Bernardo è docile e paziente, ama i bambini. Ma, allo stesso tempo è un cane molto determinato, è molto territoriale, quindi è opportuno dargli la giusta educazione già da cucciolo. 

E' sbagliata l’ immagine che abbiamo tutti noi di quel gigante che porta al collo il barilotto di grappa per riscaldare gli incauti che si perdono nelle montagne.
Uno dei tanti miti da sfatare.
Di certo nelle descrizioni caratteriali il cane di questa razza viene quasi sempre riportato come un cane docile e tranquillo, ma viene anche detto che il cane San Bernardo è un animale molto vigile, che non ama gli sconosciuti e può divenire aggressivo se le circostanze lo richiedono.

Essendo il cane delle montagne innevate, in estate soffre il caldo, per questo è opportuno dargli un posto ventilato e all'ombra e magari usare un tappetino rinfrescante per addolcire le sue giornate.

Il San Bernardo, non è come Nebbia di Heidi, un grande pigrone.
Ama l'esercizio fisico, correre e divertirsi, proprio come Beethoven, nei suoi film.

Per quanto grande ed enorme possa diventare, il San Bernardo resta sempre l'eterno cucciolone che leccherà il padrone, lo abbraccerà e lo travolgerà buttandolo a terra per amore e gioco.

Al San Bernardo negli ultimi anni è stato affidato un ruolo molto importante nella pet-therapy: la sua indole è d'aiuto per bambini e anziani in difficoltà con problemi fisici e psichici.
E' comunque da tener presente che in caso di forte stress possono reagire in modo violento come gli altri molossoidi.

Nel 1887 il San Bernardo, fu riconosciuto come razza ufficiale svizzera ed da allora il gigante buono vive sulle Alpi e in Svizzera.

Se sei alle prese con un cucciolo, non demordere.
Ti sorprenderà, ti aiuterà nelle tue imprese e se come Beethoven combinerà qualche guaio, come fango in camera da letto, scarpe rotte, porta pazienza. Alla fine ti renderai conto di volergli bene.

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
Compare